Il matrimonio in Italia dura in media 15 anni

da , il

    Per sempre matrimonio

    Il “per sempre” non è più di moda: in Italia sono tantissimi i matrimoni che finiscono presto. La durata media di una matrimonio nel nostro paese è infatti di 15 anni: dati decisamene non incoraggianti per le giovani coppie che stanno per intraprendere questo cammino. Pensate che nel 2008 le separazioni sono state 84.165 e i divorzi 54.351, con un aumento rispettivamente del 3,4 e del 7,3% rispetto all’anno precedente.

    Notevole l’evoluzione di questa tendenza: nel 1995 si verificavano 158 separazioni e ottanta divorzi ogni mille matrimoni mentre nel 2008 contiamo 286 separazioni e 179 divorzi.

    Separazioni praticamente raddoppiate (+101%) e i divorzi hanno visto un aumento di oltre la metà (+61%).

    “Tali incrementi si sono osservati in un contesto in cui i matrimoni diminuiscono e quindi sono imputabili a un effettivo aumento della propensione alla rottura dell’unione coniugale”, sottolineava l’Istat.

    Chi si separa, in media, ha alle spalle un matrimonio di 15 anni, 18 anni per chi divorzia. “Questi valori sono andati aumentando negli anni sia per una drastica diminuzione delle separazioni sotto i trent’anni sia per un aumento delle separazioni con almeno uno sposo ultrasessantenne”.

    “Fino al 2005 ha prevalso l’affidamento esclusivo dei figli minori alla madre. Nel 2006, la legge 54/2006 ha introdotto l’istituto dell’affido condiviso dei figli minori come modalità ordinaria. Nel 2008 il 78,8% di separazioni con figli è stata con affido condiviso contro il 19,1% di quelle con figli affidati esclusivamente alla madre”, conclude l’Istat.

    Dolcetto o scherzetto?