La bellissima lettura per il matrimonio in Chiesa tratta dal Cantico dei Cantici

da , il

    cantico dei cantici matrimonio

    Oggi vi proponiamo una bellissima lettura per il matrimonio in Chiesa tratta dal Cantico dei Cantici, una lettura classica ma sempre molto amata dagli sposi. Per il vostro matrimonio in Chiesa infatti dovrete scegliere alcune letture che potrete affidare ad amici e parenti: nella scelta sarà il vostro prete che vi guiderà. Quella di vi propongo oggi è certamente una delle mie letture preferite perché sottolinea la forza dirompente dell’amore e della passione nella coppia.

    Dal Cantico dei Cantici (Ct 2,8-16; 8,6-7)

    Una voce! Il mio diletto!

    Eccolo, viene saltando per i monti, balzando per le colline.

    Somiglia il mio diletto a un capriolo o ad un cerbiatto.

    Eccolo, egli sta dietro il nostro muro; guarda dalla finestra, spia attraverso le inferriate.

    Ora parla il mio diletto e mi dice: «Alzati, amica mia, mia tutta bella, e vieni!

    O mia colomba, che stai nelle fenditure della roccia,

    nei nascondigli dei dirupi, mostrami il tuo viso,

    fammi sentire la tua voce, perché la tua voce è soave, il tuo viso è leggiadro».

    Il mio diletto è per me e io per lui.

    Egli mi dice: “Mettimi come sigillo sul tuo cuore, come sigillo sul tuo braccio;

    perché forte come la morte è l’amore, tenace come gli inferi è la gelosia:

    le sue vampe son vampe di fuoco, una fiamma del Signore!

    Le grandi acque non possono spegnere l’amore nè i fiumi travolgerlo”.

    Parola di Dio.

    Tutti: Rendiamo grazie a Dio