Matrimoni gay, da settimana prossima saranno legali in California

da , il

    Unioni gay in california

    Non si fa che discutere della California e delle nozze gay, ma c’è ancora qualche giorno da attendere prima di avere questa svolta sociale perché il giudice federale Vaughn Walker ha deciso di mettere in attesa i matrimoni per almeno sei giorni. Insomma, un altro ostacolo si è messo sulla strada delle coppie omosessuali. È stato proprio Walker, i primi di agosto, a stabilire che il referendum in cui nel 2008 è stato stabilito il no alle unioni gay era incostituzionali. Nonostante questo stop al divieto ci sono ancora delle cose su cui riflettere. Teniamo inoltre in considerazione che in altri stati americani questa legge è realtà da tempo.

    Walker ha però deciso di sospendere i matrimoni omosessuali fino a quando non avrà ascoltato le argomentazioni delle parti in causa e il giudice si è comunque detto dubbioso del fatto che gli oppositori riescano a portare prove sufficienti per ristabilire il bando.

    La “Proposition 8” (questo il nome del famoso divieto) passò nel novembre 2008 come emendamento costituzionale, cinque mesi dopo che la Corte Suprema aveva legalizzato le nozze fra persone delle stesso sesso e dopo che circa 18mila matrimoni erano già stati celebrati.

    La verità è una e dovrebbe essere chiara a noi italiani. Walker sostiene che nessuno sarebbe danneggiato rendendo possibili i matrimoni omosessuali, mentre nel caso contrario sarebbero i gay a rimetterci. Aspettiamo dopo Ferragosto per vedere gli sviluppi sociali.

    Dolcetto o scherzetto?