Matrimoni gay, Facebook introduce un’apposita icona

da , il

    matrimoni gay facebook

    Grande svolta in Facebook: da ora infatti è stata lanciata una nuovissima icona che consente di indicare il matrimonio gay nel proprio status. Facebook da sempre ha lanciato iniziative in supporto delle unioni tra persone dello stesso sesso ed ora ha deciso di fare un passo importantissimo. I matrimoni gay sono approvati in moltissimi Stati e proprio per questo Facebook ha deciso di “legalizzare” queste unioni anche sul Social Network più importante. Finalmente!

    La data del matrimonio verrà così segnata sulla Timeline di Facebook con un’apposita icona: una notizia che fa seguito al coming out del celebre giornalista americano Anderson Cooper, molto famoso negli Stati Uniti.

    Pare che inoltre la decisione arrivi dopo il matrimonio di Chris Hughes, uno dei quattro fondatori del social network che ha sposato il compagno Sean Eldridge. Huges, ovviamente, ha immediatamente postato sulla Timeline di Facebook la foto del matrimonio. Migliaia di “mi piace”, compreso chiaramente quello di Mark Zuckerberg.

    La foto era contrassegnata da una nuova icona, ovvero due uomini in completo scuro che si stringono la mano felici.

    Facebook e i suoi vertici da sempre sono sensibili alla questione dei matrimoni tra persone dello stesso sesso. Hanno infatti anche stretto una partnership con l’organizzazione GLAAD (Gay and Lesbian Alliance Against Defamation), che si occupa di contrastare le molestie e il bullismo contro persone omosessuali.

    “Dopo le opzioni profilo su convivenza e unioni civili aggiunte l’anno scorso da Facebook, queste nuove icone per la Timeline sono un altro importante elemento di riconoscimento per le coppie tra persone dello stesso sesso” ha detto Allison Palmer di GLAAD “Questa mossa è l’ultima di una serie di misure che Facebook ha adottato per supportare la comunità LGBT, al punto da essere il primo social network a ricevere un GLAAD Media Award.”

    Ora resta solo da capire se l’opzione è disponibile in tutto il mondo o solo nei Paesi in cui le unioni gay sono approvate. Già dallo scorso anno infatti, in alcuni stati, le coppie potevano cambiare il loro status in “In a Civil Union” o “In a Domestic Partnership”, anche se, per il momento, in Italia queste icone non sono disponibili.