Meglio sposarsi o convivere?

da , il

    Andare a convivere o sposarsi? È un dilemma per molti giovani. Vediamo insieme cosa cambia e quali sono le ragioni per scegliere un’opzione o l’altra. La prima cosa sta nel vincolo. Chi sceglie di andare a convivere non sempre lo fa in previsione di un futuro insieme. A volte ci si trova, magari da studenti, sotto lo stesso tetto e poi ci si innamora. A volte invece si decide di convivere senza riflettere, perché si ha necessità di condividere un affitto, si sta insieme e allora perché non fare anche questo passo. Direi che all’estero sono cose molte comuni, dove non esistono vincoli particolari. Noi italiani siamo un po’ più tradizionalisti e attaccati alle gonne di mamma.

    Se invece si esce apposta di casa per compiere questo passo, si può decidere allora di fare un periodo di prova prima delle nozze. Una sorta di verifica se tutto l’amore che ci unisce è davvero così grande da superare anche la vita di coppia.

    Le persone che credono, però, dovrebbero scegliere l’unione religiosa prima di ogni cosa. Ma queste sono scelte davvero individuali. Io per esempio convivo e desidero sposarmi, in chiesa o in comune è lo stesso dipenderà dai desideri del mio partner. Perché vivo il matrimonio non come un fatto spirituale, quello è l’amore nelle sue forme, ma come un’assunzione di responsabilità.

    Voi cosa ne pensate, siete della mia stessa opinione. Fate questo test per capire se siete più per il matrimonio o per la convivenza. Vi toglierete ogni dubbio.