Portafedi vintage: i modelli più belli per il giorno del sì [FOTO]

da , il

    I portafedi vintage rappresentano un vero e proprio tallone d’Achille per le donne moderne, modelli ispirati alle creazioni anni ’20, anni ’50 o più moderne in grado di aggiungere un tocco molto raffinato al giorno più bello della nostra vita. Le idee in questo settore sono tantissime, dai portafedi a forma di cuscino in diversi materiali a quelli in legno, senza dimenticare le proposte di design più innovative.

    Portafedi vintage a forma di cuscino

    Quando si parla di portafedi vintage, i modelli a forma di cuscino sono sempre i primi che ci vengono in mente. Da sempre la scelta più classica e tradizionale per il matrimonio, i cuscini portafedi dall’allure retrò esercitano un fascino senza paragoni sulle donne moderne. Dagli inizi del ‘900 agli anni ’50, questo tipo di oggetti era infatti il più gettonato per le nozze, cuscini in forme rettangolari ma anche modelli a cuore o dalle linee più squadrate, impreziositi da inserti chic.

    Come avrete modo di vedere sfogliando le immagini della nostra fotogallery, i cuscini possono essere realizzati in raso, in seta o in materiali ecologici, oltre alle varianti in vimini o in canvas dal deciso allure vintage, da far abbellire con decori floreali in tessuto o in plastica.

    Portafedi vintage in legno

    Se da una parte i portafedi con i fiori restano un classico per le nozze, in tempi recenti hanno sempre più successo i portafedi in legno, a cominciare da quelli ottenuti dalla sezione di piccoli alberi. Questo tipo di portafedi può infatti essere intagliato e personalizzato inserendo le iniziali degli sposi, o può essere impreziosito con l’aggiunta di nastri in pelle, juta o altri tessuti a cui fissare le fedi.

    Idea molto popolare in tempi recenti è quella di riutilizzare vecchie scatole in legno per trasformarle in portafedi: la scelta può ricadere su box ampi in cui far applicare piccoli cuori con nastri per le fedi, ma anche su vecchie cornici o portagioie più o meno grandi da impreziosire con pizzi e merletti.

    Portafedi vintage: le idee più originali

    Nel nuovo millennio gli oggetti di antiquariato hanno sempre un grande valore, e lo stesso vale nel campo dei portafedi. Le idee più interessanti in questo settore riguardano creazioni in forme vintage ma lontane dalle classiche strutture dei ringholder: tra i portafedi più originali si fanno di certo notare quelli a forma di tazzine con nastri e pizzi decorativi, di basi rivestite da stampe anni ’50 o da ricami all’uncinetto lungo tutta la superficie, così come di libri portafedi fai-da-te in cartone ai quali i merletti bianchi aggiungeranno sempre un tocco più ricercato.

    Qual è il portafedi vintage che fa per voi?