Spese matrimonio: giovani sposi in cerca di sponsor

da , il

    matrimonio con sponsor

    Sappiamo bene quanto siano onerose le spese per il matrimonio: così una giovane coppia si sposi si è messa alla ricerca degli sponsor che potrebbero finanziare il loro evento, previsto per il prossimo settembre. Si sono messi al lavoro e hanno aperto un blog (se lo volete visitare o se siete fornitori interessati la progetto, l’indirizzo è sposiconsponsor.blogspot.com). Il loro obiettivo è trovare quante più aziende possibili per finanziare viaggio di nozze, bomboniere, abiti, catering, fedi e tutto quello che serve per rendere indimenticabile il proprio matrimonio? Ce la faranno per settembre?

    Questa è la storia di Aurora Caracciolo 27 anni e del compagno Terence Pincella, 31 anni, di Staggia di San Prospero con un bambino: nonostante le ristrettezze economiche, il loro più grande sogno è quello di sposarsi, con una cerimonia classica e tradizionale. Il fatidico sì, è così stato rimandato a lungo, proprio per la mancanza di soldi che, con l’arrivo di un bambino, si fa sentire ancora di più.

    «Tutto è iniziato quando ho visto una trasmissione televisiva che parlava di sponsor legati agli sport – dice Aurora – e raccontava che in America e in Francia è di moda farlo anche per le nozze. Scherzando, con i miei genitori, abbiamo pensato che fosse anche per noi l’unico modo possibile per sposarci».

    L’esperienza di altre coppie le è stata molto d’aiuto: «Sono riuscita a contattare un paio di coppie che si sposeranno in estate e ad avere qualche consiglio su come muoversi. Quindi ho aperto un blog e ho creato una pagina su Facebook presentando il nostro progetto».

    E come in un sogno le proposte sono cominciate a fioccare: «Per le bomboniere si è offerta un’azienda di Empoli; ci ha addirittura contattato un wedding planner di Como che mi sta aiutando gratuitamente nell’organizzazione dell’evento. Il trucco e parrucco sarà curato da un acconciatore che arriverà direttamente da Genova e le fedi arriveranno da Vicenza. Addirittura forse riusciremo a fare il viaggio di nozze, mentre inizialmente lo avevamo escluso perché non ce lo saremmo potuti permettere con i nostri scarsi mezzi: un’agenzia di Modena ci ha contattato proponendoci un pacchetto promozionale che stiamo valutando».

    Ovviamente in molti casi i servizi agli sposi non sono regalati ma offerti con un prezzo vantaggioso. Ora manca solo fotografo, la torta e il vestito della sposa. «C’è chi ci ha accusati di venderci, ma io rispondo loro che evidentemente hanno i soldi. E inoltre credo sia un’occasione anche per tante aziende e professionisti che soffrono la crisi: loro aiutano noi e noi loro» conclude Aurora.