Acconciature sposa, come abbinarla alla forma del viso

Stessa cosa anche per chi decide di tagliarli a caschetto (vietato se avete un naso lungo e pronunciato). Il semi raccolto, invece, ha la necessità opposta, è preferibile su volti squadrati e definiti, mentre il capello sciolto devono permetterselo solo le spose giovanissime, dopo una certa età crea un senso di disordine.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 25 febbraio 2010

Eccoci di nuovo a parlare di capelli e di acconciature. Abbiamo detto che una sposa deve scegliere la pettinatura in base al vestito e al colore dei capelli, c’è anche un altro elemento ed è la forma del viso, variabile fondamentale anche per decidere il tipo di make up. Oggi vi elenco una serie di soluzioni e le relaziono al volto, affinché possiate avere un piccolo vademecum con cui poi discutere con il vostro parrucchiere. È ovvio nulla si può decidere a tavolino, meglio sempre fare qualche prova. L’acconciatura che va maggiormente è il raccolto integrale: in questo caso è meglio avere un viso rotondo, con lineamenti dolci, perché tende a evidenziare qualsiasi difetto.
Stessa cosa anche per chi decide di tagliarli a caschetto (vietato se avete un naso lungo e pronunciato). Il semi raccolto, invece, ha la necessità opposta, è preferibile su volti squadrati e definiti, mentre il capello sciolto devono permetterselo solo le spose giovanissime, dopo una certa età crea un senso di disordine.

Poi ci sono i richiami al passato, come l’acconciatura anni Trenta, perfetto per le signore mature, quella anni Ottanta, ideale per i visi piccoli e rotondi.

Foto tratte da
matrimoniaroma.com/
100matrimoni.it/
Style.it
Wordpress.com