Giarrettiere, la tradizione del lancio

Il lancio della giarrettiera è invece un rituale fisso e diffuso, anche a causa del fatto che questo tipo di indumento da alcuni decenni è ben poco utilizzato (soprattutto dopo la diffusione dei collant), per cui molte spose neppure lo indossano. Alcune, rispettose della tradizione, aspettano che gli venga data in dono da un’amica, la mamma con un piccolo inserto blu.

Pubblicato da Valentina Morosini Sabato 9 gennaio 2010

Giarrettiere, la tradizione del lancio

La giarrettiera è un indumento molto sexy, di cui alcune spose fanno esibizione. L’usanza vuole, infatti, che proprio come per il bouquet, alla fine del banchetto ci sia un lancio. Ovviamente a mettersi in fila devono essere gli invitati uomini: lo sposo toglie la giarrettiera alla sposa e la lancia agli scapoli, il primo che la prende dovrebbe sposarsi entro l’anno. Questo in sintesi cosa prevede l’usanza, sempre più dimenticata perché considerata (e se per caso vi capita di vedere alcuni video su youtube capirete) di cattivo gusto. Voi cosa ne dite? Meglio il classico mazzo di fiori.
Il lancio della giarrettiera non è un rituale fisso e diffuso, anche a causa del fatto che questo tipo di indumento da alcuni decenni è ben poco utilizzato (soprattutto dopo la diffusione dei collant), per cui molte spose neppure lo indossano. Alcune, rispettose della tradizione, aspettano che gli venga data in dono da un’amica, la mamma con un piccolo inserto blu.

Per evitare di essere volgari e fare comunque il lancio della giarrettiera, alcune spose la indossano appena sopra il ginocchio. Poi ci sono quelle più esibizioniste che non hanno problemi ad alzare la gonna: mi raccomando i mutandoni in vista stile moulin rouge.