Matrimonio: in Italia non è in crisi

A dispetto della crisi globale degli ultimi tempi sembra proprio che alcuni beni non cessino di essere fruiti dagli italiani: si rinuncia a tutto ma non ad un matrimonio in grande stile. Forse perchè, anche solo per un giorno, la voglia di sognare è ancora grande...

Pubblicato da Francesca Bottini Venerdì 4 settembre 2009

A dispetto della crisi globale degli ultimi tempi sembra proprio che alcuni beni non cessino di essere fruiti dagli italiani: si rinuncia a tutto ma non ad un matrimonio in grande stile. Forse perchè, anche solo per un giorno, la voglia di sognare è ancora grande…

Ecco quindi che magari si risparmia un po’ sul resto, ma la qualità del ricevimento di matrimonio non si tocca. Se volete prenotare la location dei vostri sogni è poi meglio che vi diate una mossa: ci sono ville e residenze che contano anche due anni di lista d’attesa…se questa è crisi…

Per non parlare poi degli abiti da sposa e degli accessori: i dati relativi a questo settore non sono mai stati così positivi: dal 2008 la produzione di abiti da sposa ha registrato un incremento del 4,6% e vanta un fatturato totale di 334,2 milioni di euro.

Le esportazioni di prodotti italiani poi, negli ultimi due anni, sono aumentate del 16,5%.

E stupisce pensare come, a fronte di un numero costante di matrimoni, in realtà il fatturato globale per questo settore sia aumentato moltissimo.

Più cura nei dettagli, forse meno invitati ma una ricercatezza che spinge i giovani sposi a cercare prodotti unici e inimitabili e con un prezzo che si adatta alla loro grande qualità.

Fonte: nozzeblog.it