“My wedding binder”: per organizzare il vostro matrimonio

Se, per l’organizzazione dl vostro matrimonio, non avete voglia di spendere soldi per affidarvi ad un wedding planner ma non volete neanche impazzire tentando in ogni modo di far quadrare ogni cosa, ecco che anche in Italia sta arrivano duna bella novità: si tratta di "My wedding binder", metodo infallibile per avere sotto controllo l'organizzazione del vostro matrimonio.

Pubblicato da Francesca Bottini Domenica 24 gennaio 2010

“My wedding binder”: per organizzare il vostro matrimonio

Se, per l’organizzazione dl vostro matrimonio, non avete voglia di spendere soldi per affidarvi ad un wedding planner ma non volete neanche impazzire tentando in ogni modo di far quadrare ogni cosa, ecco che anche in Italia sta arrivano duna bella novità: si tratta di “My wedding binder”, metodo infallibile per avere sotto controllo l’organizzazione del vostro matrimonio. Si tratta in poche parole di un’agenda online in cui segnare date e scadenze per avere tutto a portata di mano ma soprattutto per evitare di impazzire! Una pagina internet per permettere al futuro marito e alla futura moglie di organizzare tutto nei minimi dettagli.

Dite addio a bigliettini, foglietti, chiamate all’ultimo minuto: in questo modo potrete avere tutto sotto mano ma soprattutto essere avvisate delle scadenze più importanti.

Fiorista, catering, bomboniere, parrucchiere, abito: non dimenticherete proprio nulla grazie a questo servizio facile da consultare e molto pratico. Potete aggiornare tutta la situazione con un click e il vostro futuro marito, ovunque si trovi, si potrà connettere e osservare i progressi per il vostro giorno più bello.

Ma non solo appuntamenti: “My wedding binder” vi aiuterà anche con un’altra importantissima questione legata al matrimonio, ovvero il budget.

Comodo e pratico questo sistema vi permetterà di organizzare tutto secondo le vostre regole ma senza dimenticare neanche un piccolo dettaglio che renderà le vostre nozze uniche e indimenticabili.

Per informazioni date un’occhiata al sito inglese.